martedì 22 gennaio 2008




Passa una vela... spingendo la notte più in là
In onda mercoledì 23 gennaio 2008 alle 21.05



Luca Zingaretti legge il libro di Calabresi

Puntata speciale di Ballarò, il settimanale di Rai Tre condotto da Giovanni Floris, che propone lo spettacolo teatrale “Passa una vela…spingendo la notte più in là”, per la regia di Luca Zingaretti, tenutosi il 6 dicembre scorso nella sala Santa Cecilia dell’Auditorium di Roma. Si tratta della lettura, da parte dello stesso Zingaretti e altri, di brani del libro “Spingendo la notte più in là. Storia della mia famiglia e di altre vittime del terrorismo” scritto da Mario Calabresi, il giornalista figlio del commissario di polizia assassinato il 17 maggio 1972 a Milano, nel pieno degli “anni di piombo”. [sito ballarò]



.......La magistratura per questo omicidio condannò il 2 maggio 1990 a seguito del pentimento di Leonardo Marino(il "creparo" di bocca di magra condannato a 11 anni di carcere)Ovidio Bompressi,Giorgio Pietrostefani e Adriano Sofri a 22 anni di carcere. Si susseguirono ultri processi e la sentenza finale arrivò il 22 gennaio 1997 con la conferma delle condanne per Sofri, Pietrostefani e Bompressi, tranne che per Leonardo Marino, per il quale il reato venne dichiarato prescritto..........

8 commenti:

Perplesso ha detto...

E con questo?

Charlie ha detto...

"E con questo" si sottolinea che questa sera su rai tre c'è uno speciale di ballarò in cui zingaretti leggerà il libro scritto dal figlio di luigi calabresi. La seconda parte voleva "sottolineare" la pessima persona di leonardo marino.
Adesso ti è chiaro caro perplesso?????????????????????????

Perplesso ha detto...

grazie per le spiegazioni, non era troppo chiaro. Così va meglio...comunque calma, sono dalla tua!

Charlie ha detto...

ciao perplesso,
spero tu abbia visto lo speciale, molto bello!!!
...cmq ho risposto pensando di avere a che fare con una persona dai toni polemici.....ma mi sbagliavo!!!
Hasta

lapwing ha detto...

Mi ero imposta di non guardarlo. Così ho fatto. Per me calabresi fu ucciso per fatti non connessi alla politica.
Aspetto ancora, spero di non essre l'unica, che diano una risposta seria credibile sulla fine di Giuseppe Pinelli. Ciao

Charlie ha detto...

Ciao lapwing, forse un pò tutti vorremmo sapere la verità su pinelli, ma dubito che troveremo una risposta alla nostra domanda.
Lo speciale meritava molto, sopratutto la lettura di zingaretti del libro "spingendo la notte più in la" del filgio di luigi calabresi.
Sull'omicidio calabresi credo che sia stato ucciso, non perchè implicato nella morte di pinelli, ma xkè era la perosna più esposta dello stato, e ha pagato solo perchè lo rappresnetava (e non solo lui ha pagato perchè facente parte dello stato). In tutta questa storia gli unici che hanno pagato veramente sono pinelli e calabresi, mentre colui che avrebbe dovuto pagare come sofri,pietrostefani e bompressi, sarebbe dovuto essere MARINO LEONARDO e invece....anzi lo hanno pagato per collaborare con lo stato, lo hanno pagato vatire tv e giornali per interviste e adesso gestisce un "attività".
Ti sembra una cosa giusta?????

Perplesso ha detto...

Oltretutto l'attività di marino è una baracca non so quanto legale. Marino non emette mai uno scontrino e chissà a quanto ammonta la cifra evasa al fisco. E, data la centralità della sua baracchetta, non mi stupirei che pagasse un 'pizzetto' alla criminalità organizzata...

Charlie ha detto...

Malait il pentito, un uomo che si deve ricoprire di vergogna.
Prima fa il rivoluzionario attivista, poi il coniglio!!!