martedì 15 gennaio 2008

Ciavradini sarà anche innocente...

ma voialtri siete proprio brutti!... e in numero non arrivate a 60 unità ( con i relatori e la digos in sala).

Come promesso arriva il resoconto della uggiosa giornata di sabato 12 gennaio.
Nonostante l'acqua, il vento, il freddo, i comunicati stampa un po' così, le prese di distanza e chi più ne ha più ne metta ,non meno di 100 antifascisti tutti genuinamente e autarchicamente apuani 100% hanno presidiato il centro città di Massa. Ribadendo la distanza dei giovani dalle posizioni revisioniste e giustificazioniste delle violenze fasciste degli anni a cavallo tra i '70 e l'inizio degli '80.
Delle orde di fasci assetati di vendetta per la bella riuscita dell'iniziativa del 22 dicembre, provenienti da ogni angolo della penisola, come rimbombato per giorni sui vari siti della destra (clicca qui) (e qui) neanche l'ombra, i propositi sanguinolenti minacciati per giorni? Niente.
Anche la pretestuosa iniziativa, tanto sbandierata, per difendere il povero agnellino Ciavardini, pare fosse più che altro incentrata sulla mancanza di agibilità politica riscontrata nei giorni precedenti, ma il povero Ciavardini ?
Sì giusto gli ultimi minuti, visto che insomma non è che si poteva ammettere "No, cioè, volevamo venire al Burdillon solo per fare uno sgarbo all'ANPI" NO?
Comunque per la cronaca non appaiono più di 60 i partecipanti alla "riuscitissima" presentazione ricordiamo giunti un po' da tutta la toscana e non solo!!!! Contenti loro ;-)
Assai più presente il dispiegamento di forze dell'ordine di fronte ed intorno alla sala.

Per chiarire prima che arrivino messaggio rivendicanti l'innocenza dell'agnellino:
Sì lo sappiamo, il libro era ben fatto, meritava di essere conosciuto, dirà anche cose giuste, i Nar a Bologna sono stati tirati in mezzo per coprire ben altre trame - si veda a riguardo come esempio delle trame oscure che stanno dietro la strage, l'intervento del ex deputato di DP Cipriani dal titolo USTICA E BOLOGNA, IL GRANDE IMBROGLIO disponibile sul sito della fondazione (clicca qui)-.
Ma il problema non era il libro ma la campagna di riabilitazione della storia dei NAR e dei terroristi neri che stanno dietro ad iniziative come queste.
Nessuno spazio per chi protegge e giustifica chi voleva togliere nuovamente la democrazia al nostro paese dopo averlo già umiliato per 20 anni.

3 commenti:

Indiano ha detto...

per la strada da intitolare noi ci siamo.
fammi sapere.

ale maggiani

elkappe ha detto...

ok ale
più o meno venerdì alle 16 ma domani arriva conferma definitiva, ti mando mail che se giri al tuo gruppo e ai tuoi consiglieri comunali mi farà molto piacere e pubblicherò apposito post.
Sai dov'è la sede dell'anpi di Carrara?

comunque ti devi far perdonare quella cosa del voto e preferenza che per salvaguardare la tua incolumità non riporto qui.=)

Indiano ha detto...

si si , lo so dov è l anpi

e mo non tritarmi i balotti anche te con la preferenza...